PROGETTO SIAMM - Indicazioni operative istanze web patrocini a spese dello stato e compensazione crediti entro il 30/4 p.v.

 

Cari Colleghi,

facciamo seguito alla circolare dell'Ordine del 27/3 u.s. per integrarla con le seguenti precisazioni ed indicazioni operative.

Come anticipato, in questa prima fase "di emergenza" l'ufficio spese pagate evaderà esclusivamente le pratiche da portare in compensazione entro l'imminente termine del 30/4 p.v. per le quali riceverà istanza telematica di liquidazione creata tramite il portale IstanzaWeb Liquidazione Spese di Giustiza raggiungibile al link https://lsg.giustizia.it.

Fino a tale data la cancelleria rimarrà chiusa al pubblico e non riceverà telefonate: eventuali comunicazioni urgenti, strettamente pertinenti e non relative ad assistenza informatica, potranno essere inviate alla casella mail marina.giovannini01@giustizia.it. L'ufficio è stato potenziato con un ulteriore assistente giudiziario.

In questa fase, quindi, solo i Colleghi che intendono compensare i crediti nel termine predetto, per i quali hanno già trasmesso la fattura elettronica (ovviamente non ancora pagata) o la trasmetteranno in questi giorni su precedente indicazione della cancelleria, dovranno sostanzialmente rinnovare in via telematica l'istanza di liquidazione a suo tempo presentata in cartaceo, così da consentire alla cancelleria di acquisirla al sistema SIAMM senza caricamento manuale e di generare per ciascuna liquidazione il relativo numero necessario per la compensazione. Le istanze telematiche così create e pervenute saranno evase in rigoroso ordine cronologico.

Chi fosse già iscritto in precedenza al portale, per aver presentato istanze o ricevuto comunicazioni relative a Fori che già lo utilizzavano, dovrà ovviamente accedervi con le proprie credenziali, verificando l'esattezza dei dati anagrafici e fiscali. In caso contrario, occorre registrarsi su IstanzaWeb LSG, ove sono consultabili anche una guida dettagliata e le risposte alle domande più frequenti (FAQ, in alto a destra della home page).

Seguendo le istruzioni, occorre poi compilare (e trasmettere) l'istanza in modo COMPLETO E PRECISO (a pena di vanificare il tutto), con dati e importi dell'effettiva liquidazione (non quelli dell'iniziale istanza cartacea) e con ogni altra informazione richiesta dal sistema. La cancelleria potrà così accettarla ed importarla nel sistema, per poi provvedere alle attività successive (caricamento dei decreti di liquidazione/pagamento e del mandato) all'esito delle quali sarà assegnato il n. SIAMM necessario per la compensazione: di ogni attività si riceverà comunicazione alla PEC/mail indicata all'iscrizione.

Oltre alla citata guida, segnaliamo inoltre le indicazioni del Tribunale di Verbania con successive integrazioni, il vademecum dell'Ordine di Torino e tre videotutorial YouTube sulla registrazione, sul caricamento delle istanze e sul relativo download ed invio.

Ottenuti i numeri SIAMM (corrispondenti al n. di registrazione su SIAMM del mandato di pagamento), si potrà procedere al loro utilizzo per la compensazione sulla piattaforma della certificazione dei crediti (ove si trovano guide, videotutorial e FAQ), secondo le istruzioni di cui alla relativa circolare ministeriale. Chi non fosse ancora registrato dovrà prima farsi rilasciare dal Tribunale le credenziali: sono a tal fine abilitate la dott.ssa Caprarella (dall'1/4 p.v., in subentro alla dott.ssa Addamo) e la dott.ssa Di Mauro (dal 10/4 p.v.).

Cordiali saluti.

Il Consigliere delegato Avv. Paolo Dotta

Il Referente informatico Avv. Fabrizio Testa​