Alcune indicazioni di carattere pratico sull’accesso al servizio di mediazione.

Come presentare la domanda di mediazione

MODULISTICA / COORDINATE BANCARIE E RIFERIMENTI FISCALI
Innanzitutto si rammenta che la modulistica eventualmente necessaria, nonché i riferimenti normativi e le coordinate fiscali e bancarie per provvedere al versamento delle spese di avvio del procedimento e alle successive indennità, sono reperibili nel nostro sito web (www.ordineavvocaticuneo.it) nella sezione "MEDIAZIONE CONCILIAZIONE".

DEPOSITO DELLA DOMANDA
Si suggerisce di predisporre, con la domanda di mediazione, già una sorta di fascicolo dell'Ufficio, che sarà utile alla Segreteria per poi contenere gli atti ricevuti dalle parti e annotare il numero di RGM (Registro Generale della Mediazione) assegnato, il nome del mediatore designato e l'udienza di comparizione delle parti.

E' inoltre possibile anticipare l'istanza via PEC, previa firma digitale della stessa, al seguente indirizzo di posta certificata: <strong>mediazione@ordineavvocaticuneo.eu.
Nella domanda è utile, sempre nell'ottica di agevolare il lavoro delle nostre impiegate, indicare, oltre al valore della controversia, anche l'ammontare dell'indennità che si andrà a corrispondere, tenuto conto delle eventuali riduzioni previste dalla legge.

E' bene quindi precisare se si tratta di mediazione obbligatoria o facoltativa.

Abbiamo già verificato che può essere altresì utile indicare sinteticamente, sul fascicolo che si andrà a depositare, l'oggetto della domanda: si suggerisce al riguardo di utilizzare le voci per le iscrizioni a ruolo normalmente in uso nelle Cancellerie del Tribunale.

Considerato che molte istanze sono unicamente funzionali ad assolvere l'obbligo di legge, per poi dare inizio alla causa, è evidente che si tratta di un adempimento che deve essere comunque svolto: tanto vale dunque occuparsene subito.

PAGAMENTI
Si chiede di allegare alla domanda il provvedimento di fissazione udienza e il bonifico bancario (munito di CRO) attestante l'avvenuto versamento delle spese di avvio (€ 40,00, piu IVA di legge per le cause di valore inferiore ai 250.000 euro ed € 80,00 più IVA di legge per la cause avente valore superiore ai 205.000 euro).

Per semplificare a tutti la gestione contabile delle somme percepite (Spese per l'avvio e indennità) è consigliabile far eseguire i relativi versamenti direttamente dal Cliente, al quale competono le relative detrazioni di imposta nell'ipotesi di successo della mediazione.

E' bene indicare nella causale del versamento il nominativo delle parti cui si riferisce.

COPIE DELLA COMUNICAZIONE DI FISSAZIONE UDIENZA
Una volta fissata l'udienza, la parte istante leverà nella Segreteria del CDO-ODM le copie necessarie per la trasmissione alla controparte (che verranno autenticate dalla Segreteria) della domanda e della relativa comunicazione di fissazione udienza.

In sostanza, sono gli stessi adempimenti della Cancelleria Lavoro ...

Stanti i tempi strettissimi impostici dalla legge, la fissazione udienza viene normalmente eseguita nella stessa giornata di deposito della domanda. Vi sono quindi sei giorni per comunicare alla controparte e altri quindici per aderire alla richiesta. Il termine per il pagamento dell'indennità verrà fissato al penultimo giorno lavorativo precedente l'udienza, così che la Segreteria possa disporre di almeno un giorno lavorativo per verificare che tutti gli adempimenti richiesti siano stati compiuti.

Il Segretario dell'ODM

(Avv. Paolo Russo)

Commenti chiusi