Convenzione con MY BANK per il pagamento delle spese di giustizia dal home banking

Finalmente attiva la convenzione con MY BANK per il pagamento delle spese di giustizia, cui si potrà provvedere utilizzando il proprio home banking, senza necessità di aprire nuovi conti correnti bancari o sottoscrivere nuovi contratti.

Il 16 febbraio presso il Tribunale di Cuneo è stato effettuato con successo dall’Avv. Monica Beltramo, con l’assistenza degli Avvocati Fabrizio Testa e Davide Sacchetto, delegati dal Consiglio dell’Ordine – veri e propri artefici della realizzazione pratica di tale convenzione – il deposito di un atto introduttivo interamente telematico anche per ciò che riguarda il pagamento di contributo unificato e diritti.

A seguito di una richiesta di sperimentazione presentata dal Consiglio dell’Ordine al Ministero, con l’avallo e il supporto del Presidente del Tribunale e del Procuratore della Repubblica, presso il Tribunale di Cuneo (primo in Italia) è stata a tale scopo utilizzata la soluzione di pagamento MyBank.

Grazie a questa soluzione, previo accesso all’area riservata/pagamenti del Portale Servizi Telematici del Ministero della Giustizia, l’avvocato che intende effettuare pagamenti telematici può scegliere il bottone di
pagamento MyBank. Attivato il bottone si apre quindi una “tendina” con le banche aderenti (a breve ne verranno attivate circa cento) tra le quali l’utente sceglie la propria, compila i campi che vengono presentati e viene automaticamente reindirizzato al proprio home banking, dove effettua il pagamento come un normale bonifico (per ora uno per il contributo unificato e uno per i diritti).

Il sistema lo reindirizza quindi nuovamente al Portale Servizi Telmatici dove verranno generate le ricevute telematiche relative ai pagamenti, che dovranno essere inserite nella busta telematica. La
cancelleria provvede ad associare il pagamento al fascicolo e non è più necessario alcun accesso agli uffici.

A breve verranno avviate iniziative informative e formative rispetto a questo nuovo strumento di semplificazione del lavoro nostro e delle cancellerie.

E’ proprio il caso di dire … buon lavoro!

Il Consigliere Segretario

Paolo Russo

Commenti chiusi