1) Separazioni consensuali e divorzi congiunti Trib. Torino 2) Portale delle vendite pubbliche 3) Antiriciclaggio 4) PEC Agenzia Entrate-Riscossione 5) C.U. PAT 6) PTT 

Cari Colleghi, qualche aggiornamento su temi giuridico-informatici.

1) Il Tribunale di Torino, con recente nota del Presidente, per velocizzare separazioni consensuali e divorzi congiunti chiede di iscrivere i relativi ricorsi esclusivamente in via telematica e di aggiungere ai consueti documenti la scheda allegata in formato pdf nativo (non scansionata), da depositare telematicamente anche nei fascicoli già pendenti come atto principale (memoria generica o atto non codificato) nei termini ivi indicati. In mancanza potranno esserci differimenti e tempi di lavorazione più lunghi.

2) E' già online con qualche annuncio, al link pvp.giustizia.it, il nuovo Portale ministeriale delle Vendite Pubbliche, che concentrerà la pubblicità di ogni procedura di vendita, sinora curata dai singoli operatori privati specializzati. Al convegno presso l'Ordine dei Commercialisti del 19/7 u.s. è stato comunicato che il portale sarà aggiornato ad ottobre e sarà poi popolato capillarmente. Come anticipato, i manuali utente sono già stati pubblicati dal Ministero e sono reperibili qui.

3) Il D.lgs. 90/2017entrato in vigore il 4/7 u.s. ha modificato sensibilmente gli obblighi in materia di antiriciclaggio anche per gli avvocati, in particolare eliminando il relativo registro (la cui mancata tenuta anche per il passato non è più sanzionabile), revisionando l'adeguata verifica della clientela ed il sistema sanzionatorio e lasciando fermo l’obbligo di conservazione, tra gli altri, dei documenti di identificazione, possibile anche a mezzo di strumenti informatici. Per maggiori informazioni rimando al vademecum del CNF.

4) Il Ministero della Giustizia, con nota del 7/6 u.s., ha comunicato che la PEC del nuovo ente Agenzia delle Entrate-Riscossione “anche ai fini delle comunicazioni/notificazioni di cancelleria e dell’allineamento del Registro PP.AA” è protocollo@pec.agenziariscossione.gov.it. Tale indirizzo è in realtà presente nel Registro Imprese e nell'INIPEC, mentre nel Registro PP.AA. è rinvenibile la casella pct@pec.agenziariscossione.gov.it. Entrambe potranno quindi essere utilizzate per le notifiche in proprio a mezzo PEC, avendo cura peraltro di precisare in relata il relativo esatto registro dal quale è stato estratto l'indirizzo utilizzato. Maggiori informazioni qui.

5) In tema di processo amministrativo telematico, segnalo che il M.E.F. con decreto del 27/6 u.s. pubblicato in G.U. il 19/7, ha indicato come "Modalità di versamento del contributo unificato per i ricorsi promossi dinanzi al giudice amministrativo, per i ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica e per i ricorsi straordinari al Presidente della Regione siciliana" il solo F24 telematico, senza compensazione.

6) Segnalo infine che, dal 15/7 u.s., il processo tributario telematico è stato esteso a tutto il territorio nazionale: si è ventilata l'obbligatorietà nel 2018, ma per il momento rimane facoltativo. Maggiori informazioni qui.

 Cordiali saluti a tutti.

 Il referente informatico avv. Fabrizio Testa